domenica 6 giugno 2010

Così fan tutti, o meglio, molti.


Volevo raccontare di un sogno che ho fatto stanotte, ma magari ne parlerò in un altro post. Perché invece stamattina mi è venuta in mente una considerazione.
Non ci sono moltissime cose che cambierei della mia vita ma una certamente: vorrei avere una passione, un hobby da seguire, uno sport che mi prenda, un gruppo o un cantante da andare a vedere dovunque faccia un concerto. Ma non per la cosa in se , quanto per il piacere di prendermi una pausa, di lasciare la routine di tutti i giorni ed immergermi , anche se per poco, in un ambiente diverso, libero da ogni obbligo e legame.
Lo dico perché spesso mi capita di sapere se non addirittura di vedere con i miei occhi , di persone che prendono e se ne vanno per giorni, senza che questo provochi terremoti familiari, sensi di abbandono,drammi.
Ecco , diciamo le cose come stanno, queste persone le invidio proprio; quando tornano si portano dietro tutta quella leggerezza che serve per proseguire con maggior impegno la vita quotidiana, che sarà pure rassicurante, ma a volte un tantinello opprimente.
Guardando qui e là ho pensato che, escludendo la moto che è pericolosa, potrei diventare un sostenitore dello sport dell'immagine sopra che , a parte essere la disciplina sportiva nella quale si bestemmia di più (sentito con le mie orecchie) mi sembra sufficientemente insulso da produrre quella sensazione di assoluta leggerezza che ogni svago dovrebbe avere.

15 commenti:

Susanna Bonaventura ha detto...

Avere un hobby è una cosa davvero bella. Serve a prendere una pausa, a immergersi in altri mondi dove poter vivere solo per sè, in sè.
Io ho "imparato" a scrivere a quarant'anni passati! Mai toccato penna prima.
Non è uno sport, non sempre è "in compagnia", ma si può condividere e riunirsi.
A ognuno il suo. L'importante è iniziare!
Buona vita.

Susanna Bonaventura ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lavinia ha detto...

uh UH! Ti ci vedo bene a lanciare formaggi!
Tutto vero quanto scrivi.
Ma scusa, i blog, la scrittura, le foto: non sono già tutti hobby solo tuoi?

cristiana ha detto...

Io ce l'ho una passione : i cani.
Tu dovresti continuare a scrivere e a proporci i tuoi racconti,mi piacevano tanto.
Cristiana

Angelo ha detto...

:O!!

Ho visto fare la stessa chosa a pienza, il giorno della festa del cacio.

Il choncorrente più gioWane avrà Havuto novant'anni (a gamba)...questi mi pajono proprio di primo pelo!

Anonimo ha detto...

Ma é un formaggio, quello?

angelina66

unodicinque ha detto...

@ Angelina66 : si, quello si. Ma normalmente si gioca con dei dischi di legno.
@ 4ngel0 : effettivamente non è uno sport per giovani...quindi va bene per me!!

Paleomichi ha detto...

ma poi il formaggio si mangia? perchè a me questa parte interesserebbe parecchio....

unodicinque ha detto...

@ Paleomichi : certo che si!!! E' il bello di questo sport.... e considera che il tutto si accompagna con dell'ottimo Sangiovese!!!

Anonimo ha detto...

uhmm, sport, formaggio e vinello, niente male! ;-)

angelina66

Artemisia ha detto...

Non e' per girare il coltello nella piaga, ma ti confermo che quando torno dai miei viaggi a piedi la sensazione e' proprio quella che descrivi tu. D'altra parte poi tocca a mio marito partire e godersi il suo viaggio. Quindi niente drammi.

unodicinque ha detto...

@ Artemisia : ecco, per l'appunto; questa è la bella abitudine che vorrei aver preso.

Artemisia ha detto...

Beh, forse basterebbe aprire un tavolo di trattativa...
;-)

Paleomichi ha detto...

per il sangiovese passo, ma il formaggio... yummm!!!!!

magari ora che sono in Svizzera potrei informarmi figurati se non lo fanno anche qui ;)

unodicinque ha detto...

@ Michi : perfetto, tanto qualcuno che beve volentieri un bel bicchiere di SanGiovese si trova di certo. In Svizzera......uhmmmm troppe montagne credo! :o)