domenica 17 gennaio 2010

In questa domenica




di pioggia che si respira, di uggia, di cielo coperto e uniforme ho scoperto che questo stupendo pezzo, pieno di una struggente malinconia, era dedicato a sua madre.
Riascoltare quelle parole mi ha fatto capire che devo fare un percorso lungo per accettare qualcosa che ancora non riesco a capire.

5 commenti:

giulia ha detto...

Bellissima canzone, ho amato molto questo cantante...

I Care ha detto...

Quanto bella, quanto struggente... si porta appresso un po' della nostra anima!

cristiana ha detto...

Anch'io l'ho scoperto l'altro giorno,ascoltando Radio2.
"Vedrai,vedrai,vedrai che cambierà..." E' stato di parola,povera mamma.
Cristiana

Artemisia ha detto...

Io questa canzone non riesco a cantarla perchè tutte le volte mi viene un nodo alla gola.

unodicinque ha detto...

@ Artemisia : a chi lo dici!!!! Adesso poi....