sabato 23 ottobre 2010

Era meglio se dormivo.


Non riesco più a scrivere con continuità.
Poco male, dirà qualcuno. Si, poco male. Tanto più quando non si hanno idee, non si trova il tempo (notare che ho scritto “non si trova” e non “non si ha”......qualcosa vorrà pur dire!), si gira per giorni attorno ad un progettino, un inizio di argomento. Forse sono diventato pigro o magari ho altre cose per la testa.
Ma stamattina, vorrei quasi dire stanotte, ho avuto tutto il tempo di far girare un po' di idee nella testa ed è davvero incredibile quanto lontano possano arrivare se solo le si lascia libere.
In effetti tutto nasce da una cosa che ho letto una decina di giorni fa. Sembra che la progressiva diminuzione della produzione di dopamina riduca la capacità di fissare le esperienze nella memoria; la dopamina è un neurotrasmettitore che è si è accollato la bella responsabilità di farci ricordare ciò che abbiamo vissuto, in modo permanente. Infatti negli anziani, che appunto iniziano gradualmente a produrre meno dopamina, si determina quel fenomeno per cui si ricordano avvenimenti di tanti anni prima e si dimenticano fatti recentissimi.
Dunque....di cosa stavo parlando? Ah, si: la dopamina. Allora leggevo che l'assunzione di questa sostanza artificialmente prodotta potrebbe ridurre, se non risolvere definitivamente, questo problema.
Insomma la chimica è responsabile di un sacco di cose; pensate voi che quello che noi ricordiamo, ad esempio, come il momento in cui ci siamo innamorati di una persona , quell'emozione, il batticuore, le mani sudate, le farfalle nello stomaco, altro non è che una serie di reazioni chimiche. Sostanze che girano nel nostro organismo, che si combinano , che inducono altre sostanze. Punto. Allora mi sono chiesto : possibile che un giorno tutte le emozioni che noi attribuiamo ad una determinata situazione, possano essere indotte chimicamente?
Chessò, un bel tramonto, un bel paesaggio, una risata, sesso, amore insomma tutta una serie di emozioni con una semplice pillolina? Di sicuro alcune affinità che si possono ritrovare tra persone, sono legate a qualcosa di inspiegabile e magari le combinazioni chimiche potrebbero svelare qualche mistero.
Avete visto?!? L'avevo detto che era meglio se dormivo!

2 commenti:

cristiana ha detto...

Si avvererà la previsione di Asimov , o Bradbury? , per cui l'essere umano diverrà tutto testa e con membra sempre più piccole e inutili, compreso quello cui stai pensando.Se la dopamina farà il suo dovere rivivremo tutte le nostre emozioni,anche quelle adole scenziali : che ricchezza interiore!
Cristiana

Artemisia ha detto...

In questa cosa della dopamina ci sento lo zampino di Belphagor. Come sta? Digli che l'ho citato in uno dei miei post. Digli che ci manca in rete!
Un abbraccio
Artemisia