giovedì 2 settembre 2010

Personaggi.


P1010383, inserito originariamente da unodicinque55.

Al mattino, esattamente come avviene a casa, mi svegliavo presto. Mi piace camminare con l'aria ancora fresca e poca gente in giro, si osserva meglio, non si è distratti dalle persone. A Borgagne, frazione del Comune di Melendugno, provincia di Lecce, al mattino presto ci sono solo uomini, pochi, in canottiera , davanti al Bar Sport; in effetti di bar a Borgagne ce ne sono ben cinque, che per duemilacinquecento anime non è poco, però gli uomini sono tutti davanti al Bar Sport. Saluto, perché sono educato e quando, oltre a me, ci sono tre o quattro persone al massimo, mi sembra brutto tirare dritto senza salutare : Buongiorno ! Buongiorno dicono. Ecco, ho rotto il ghiaccio. Mi metto a fare foto alla piazza ed alla Chiesa di S. Antonio, in Piazza S. Antonio, la piazza principale stante che altre non ce ne sono. Uno mi dice: Entri pure, faccia le foto anche dentro. Non so se posso,mi schermisco, magari è vietato. No no, entri pure e poi qui c'è il sagrestano, dice indicando un ometto basso, cicciottello e dalla faccia simpatica che annuisce. Ringrazio ed entro. La chiesa è molto più bella fuori, ma molto molto!! Dentro è normale a parte due statue vicine di santi, credo, che sono vestiti come due moschettieri; quando esco il sagrestano è lì, villeggiate a Borgagne, chiede? Resto di sasso, non sentivo più la parola “villeggiare” da almeno quarant'anni! Si, dico, siamo qui da ieri. Ah, fa, e dove state? Dal Signor C., faccio. Ah Porco Dio (scusate ma è testuale) dice lui, pure la casa si affittano!!! Ecco, questo è stato il primo impatto con gli abitanti di Borgagne, frazione del Comune di Melendugno, provincia di Lecce. A parte questo, che forse è più pittoresco che altro, sono persone cortesissime e cordiali, disponibili come forse solo nel meridione accade; certo dopo qualche giorno tutti mi salutavano e probabilmente chissà quali illazioni avranno fatto vedendo che tutte le mattine giravo con le sporte della spesa, però chissenefrega, dico, un piccolo prezzo bisognerà pur pagarlo per essere accettati da una comunità. Si perché il bello di questa mia “villeggiatura” è stato proprio questo: dopo un paio di giorni mi sentivo già Borgagnese d'adozione e quasi quasi parlavo pure con quella cantilena che mette le frasi come in salita, le “e” strettissime e le “o” larghe. In linea di massima non sono un solitario, mi piacciono le persone, non mi piace la gente; cioè cerco di vedere ognuno come un singolo e non come appartenente ad una massa indistinta.
Nei giorni successivi ho fatto molte altre scoperte, ma di queste parlerò in seguito.

3 commenti:

rosso vermiglio ha detto...

Quello della bestemmia era il sacrestano?? Un uomo che frequenta la chiesa dovrebbe dare altri esempi. Altro che pittoresco il modo d'esprimersi. Io lo definirei in altro modo, meno elegante di sicuro
Aspetto il seguito

cristiana ha detto...

Ti sei deciso!
Racconta,che lo sai fare molto bene.
Cristiana

cristiana ha detto...

Non riesco a visualizzare i tuoi post più recenti!
Peccato.
Cristiana