domenica 5 settembre 2010

Personaggi ed interpreti.


P1010157, inserito originariamente da unodicinque55.


Gli abitanti di Borgagne si dividono in taciturni e logorroici. Avrete capito che il sagrestano appartiene alla prima categoria; nella seconda metto il proprietario del Bar degli Amici.
Ora, se sei una persona tendenzialmente silenziosa chiamalo Bar dei Conoscenti ma non certo degli Amici, che è difficile fare amicizia con uno che non parla mai! Al Bar degli Amici entri e se non chiedi tu quello che vuoi , stai certo che quel timidone che sta dietro al banco piuttosto che farti la classica domanda, cosa prende ?, si farà sparare. Molto probabilmente quel locale l'ha ricevuto in eredità da un parente, altrimenti uno così difficilmente avrebbe fatto quel mestiere. Magari la guardia notturna o il custode di un faro, ma mai il barista.
Diversamente il proprietario del supermercato Gulliper (grazioso calembour ) è un logorroico non conclamato, nel senso che la prende da lontano, sembra che parli controvoglia , è parco di parole all'inizio; ma è una tecnica, tu lo vedi restio alla conversazione e ti apri, quello all'inizio recalcitra poi non ti molla più!! Però, a onor del vero, debbo dire che è stato un consigliere prezioso per scoprire luoghi che probabilmente non avrei visto se non me li avesse segnalati; però appena cercavo di smarcarmi lui si comportava come il più roccioso dei difensori e mi si incollava addosso senza darmi respiro. In una categoria a parte metterò Maria Arcona (il nome è strano ma deriva da una delle tante madonne che costellano la nostra bella penisola) metà taciturna e metà logorroica a seconda del ruolo svolto. Maria Arcona l'ho vista in due vesti, pantaloni e maglietta sobria nel ruolo di imprenditrice di azienda agricola; miniabito nero nell'altro, quello di proprietaria di un agriturismo, in entrambi seducente come un maresciallo dei carabinieri. Però anche lei di una gentilezza d'altri tempi e per una persona che ogni giorno dell'anno si sveglia alle quattro e un quarto per adempiere all'attività di imprenditore agricolo è davvero moltissimo.
Altre piccole perle di questa collana me le riservo per i prossimi giorni, che se metto tutto nel calderone cosa scrivo d'ora in poi?
A latere dirò che la foto ritrae i santi vestiti da moschettieri dei quali però purtroppo non posso raccontare nulla.

4 commenti:

Crazy time ha detto...

bellini questi moschettieri :)
valescrive

marco1946 ha detto...

li ho riconosciuti!!!!
sono Athos e Aramis
e quel frate che si intravvede sulla sinistra è probabilmente un agente di Richelieu

tentare, nuoce ha detto...

Penso che, arguendo dalla divertita benevolenza, in quel di Gulliper Lillivut ci si beva bene e ci si mangi anche meglio—senza contare i tanti santi protettori fatti a mano dei quali si vede il campionario.

Un saluto

sogniebisogni ha detto...

I santi sono Cosma e Damiano, venerati in gran parte della Puglia sotto il nome collettivo di Santi Medici. Molto bello questo reportage da Borgagne, detto da un salentino expat ma ancora doc ;)