venerdì 17 dicembre 2010

Violenza fisica.


Neve, inserito originariamente da unodicinque55.


Devo fare due premesse.
Questo post l'avevo pensato ieri sera dopo la puntata di “Anno zero” e già il sangue mi ribolliva per l'indegno spettacolo; poi oggi dopo mangiato è cominciato a nevicare. Già questo evento, per il semplice fatto di aver scombussolato le mie abitudini ed i miei programmi, mi ha reso nervoso, andandosi a sommare alla rabbia accumulata ieri sera; poi, tornando a casa, la macchina si è piantata e non ha voluto più saperne di salire nonostante i miei tentativi. Così ho dovuto fare quella discesa a marcia indietro, rischiando più volte di andare a finire dove non dovevo, lasciare la macchina in un piccolo parcheggio pianeggiante e rifare la medesima salita a piedi.
Quindi se in questo post eccederò, sapete perché.
Dicevo che se fossi stato ad Anno Zero” ieri sera credo che avrei aggredito a schiaffi quell'essere disgustoso che risponde al nome di La Russa. Ce ne sono tanti di personaggi antipatici e odiosi nel centro destra ma lui e Gasparri si contendono la palma nella mia personale classifica. Ma ieri sera credo che La Russa abbia davvero superato ogni limite per arroganza , supponenza, disprezzo verso l'altro; davvero sono convinto che abbia dato il peggio di se, per quanto difficile da credere, con quel teatrino vomitevole e quella indignazione del tutto fuori luogo in uno che ha i suoi trascorsi, che è ministro (lo so si fa persino fatica a dirlo) per un inspiegabile motivo. E' arrivato ad affermare schiumante che i suoi figli non sarebbero stati in piazza ! Che coraggio per uno che è riuscito a piazzare uno dei rampolli nel C. di A. dell'ACI di Milano per una ragione ignota!!
Davvero disgustoso parlare di vigliaccheria, vocabolo che riesuma dal suo lessico di fascista, di fronte ad un ragazzo le cui opinioni potrebbero non essere condivisibili ma andrebbero intanto accettate.
Penso che si stia facendo un errore che potrebbe rivelarsi tragico e cioè affrontare la questione giovanile come un problema di ordine pubblico; penso, vivendolo da molto vicino, che il senso di smarrimento di molti ragazzi risieda prima di tutto nella mancanza di futuro.
Poi dice che uno si compromette, se fossi stato lì l'avrei aggredito e poi avrebbero scritto di uno “stimato professionista”, padre insospettabile, improvvisamente preda di una furia violenta nei confronti di una istituzione !

7 commenti:

cristiana 70 ha detto...

Come ti capisco!
Quell'essere ignobile MINISTRO della Repubblica quando,con il suo atteggiamento e le sue parole , dovrebbe andare in galera per apologia al fascismo.
Cristiana

tentare, nuoce ha detto...

Solo un pericoloso cretino di che c’è pieno: anche prepotenti ministri che fanno male il loro mestiere
Dev’esser dura l’arrampicata fresca fino all’edera
Poi la catarsi

Un saluto

Giangiacomo ha detto...

Sono d'accordo con te. Parola per parola. Pensiero su pensiero!
Ho avuto i medesimi istinti, desiderando anch'io di poter saltare dalla ringhiera dello studio per prenderlo a schiaffi.
E con una figlia che vive all'estero da mesi (non ho ancora nemmeno potuto vedere la stanza dell'appartamento in cui vive con altri ragazzi) e un altro, diciottenne, che occupa il proprio liceo ormai da due settimane, anch'esso in preda al senso di smarrimento di cui dici tu, penso che pure io, padre insospettabile e integerrimo bancario, potrei senz'altro cadere nella tentazione di "agire" nei confronti di un esponente della pubblica amministrazione...
Altro che black bloc!

Anonimo ha detto...

La Russa e'uno che mi fa ribrezzo, fisicamente, per quel che rappresenta, per quel che fa. Quando sparira', speriamo presto, non se ne sentira'la mancanza.
angelina66

Anonimo ha detto...

d'accordo.
assolutamente d'accordo.
valescrive

Jonuzza ha detto...

la russa manifesta in tutta la sua fisiognomica , istante per istante, che è un fascista della peggior specie che si sforza , ogni tanto, di far finta di essere dddddemocratico. quando sorride in particolare...

Artemisia ha detto...

Anche in un post di un altro amico trovo la stessa reazione. Penso che non vedrò quella puntata di Annozero che ho lì registrata. D'altra parte anche per quelle che vedo salto sempre il dibattito in studio. Non ce la faccio. Secondo me ci fa male al fegato e basta.