giovedì 1 aprile 2010

Devo decidere cosa fare da grande.


Si, devo proprio decidere. Perché in fondo in fondo ancora non ho deciso.
Il fatto è che, nonostante la mia venerabile età, credo nel cambiamento, sono convinto di non aver ancora trovato la mia definitiva collocazione e, a dirla tutta, credo che l'unica collocazione veramente definitiva sarà in un luogo tranquillo, pieno di cipressi, appena fuori città.
Nella mia vita, riguardandola adesso, ho rivoluzionato tutto almeno tre volte; per tre volte certamente ho rotto equilibri consolidati che sembravano immutabili, ho sfidato la fortuna, la ragionevolezza ed il buon senso. Ma quel pizzico di follia , o di incoscienza se volete, mi ha aiutato a fare scelte importanti che hanno mutato la qualità della mia vita. Certo c'è sempre il rovescio della medaglia, ma siccome i bilanci si fanno a fine esercizio, penso di non aver mai sbagliato o che, comunque, il dare fosse minore dell'avere.
Certo mi rendo conto di una cosa: non posso pensare nemmeno oggi che nulla cambierà mai più nella mia vita, mi sento un po' precario nel senso buona della parola, diciamo flessibile, alla ricerca di stimoli nuovi. Che a volte non portano a nulla , è vero, però mi servono per non pensare al futuro come una sequela monotona di giorni sempre uguali; non sono uno da copertina sulle gambe e televisione insomma, piuttosto un curioso, un po' sognatore, vabbè, diciamolo, magari un po' infantile.
Ma se togliamo i sogni, cosa resta?

10 commenti:

mari ha detto...

Luca: Telepatia... (Vedendo che Concetta non gli dà ascolto) Sai che significa telepatia?
Concetta: No.
Luca: E' quann'io nun tuzzuléo e tu viene 'arapi' 'a porta!

(Natale in Casa Cupiello, Atto Secondo)

Che bella coincidenza!
...e a proposito di Natale in casa Cupiello, auguro una buona Pasqua a te e alla tua bella famiglia!

giulia ha detto...

Ma allora non sono solo io che mi pongo ancora questa domanda alla mia venerabilissima età... Siamo infantili o alla ricerca di "altro"?

Buona Pasqua
Giulia

francy ha detto...

"La vita è un’insieme di avvenimenti,di cui l'ultimo potrebbe anche cambiare il senso di tutto l'insieme"
I.Calvino

Tereza ha detto...

Per me sei un cercatore di avventure, un personaggio che val sempre la pena di interpretare, a qualunque età.
Buona Pasqua

Crazy time ha detto...

a chi lo dici.
ci piaci tanto cosi'!

Miriam ha detto...

Ti ho linkato nel mio blog!
Sai che il tuo modo di raccontare è sempre molto bello ed emozionante?
Buona Pasqua a te e ai tuoi cari!
Ti mando un carissimo saluto e un abbraccio!
Miriam

ondalunga ha detto...

Sono d'accordo con te! E sai una cosa? Mi sento pure io un pò così...

alianorah ha detto...

Io anche non ho ancora deciso, e penso che morirò senza averlo fatto.

Artemisia ha detto...

Ma che carini che siete!
1di5, il tuo blog sprizza vitalita' da tutti i pixel. Non ti ci vedo proprio con la copertina sulle gambe davanti alla TV.

PS In uno dei miei prossimi pellegrinaggi sul cammino di Francesco ti suonero' il campanello. Sei avvertito. :-)

Guisito ha detto...

Come dico spesso: per fortuna la vita è una malattia a decorso benigno, si finisce tutti per guarirne.