mercoledì 23 febbraio 2011

Ho sognato il mare.




Percorrevo uno stretto nastro d'asfalto sbiadito delimitato ai lati, in modo incerto, da basse dune di sabbia. Vedevo il mare alla mia destra nei tratti in cui i cespugli di macchia mediterranea si facevano più radi. D'un tratto accostavo l'auto lasciandola parcheggiata a cavallo tra l'asfalto e la sabbia e scendevo per fare una foto, ma in mano avevo una specie di anello di metallo che però sapevo essere la macchina fotografica. In quel tratto la vista era libera e di fronte avevo una distesa quasi infinita di sabbia dorata e solo in fondo in fondo si vedevano i mille bagliori delle onde del mare; poteva essere una giornata d'inverno, comunque di fine stagione, non c'era nessuno e solo lì accanto alla mia sinistra un piccolo casotto di legno dipinto di d'azzurro ricordava le lunghe giornate estive. Mentre ammiravo i colori intensi della sabbia, del mare e del cielo, il muso marrone di un cane randagio spuntava dai cespugli, curioso odorava incessantemente; subito davanti a me una roccia aveva attaccate due strane creature pelose che sembravano piante ma che sapevo essere animali. Mentre tornavo verso l'auto, tutto d'un tratto mi sono ritrovato nel mio letto, uno di quei mille doloretti che spuntano a tradimento mi aveva riportato alla realtà. Il sogno mi stava piacendo così tanto che ho provato subito a riacciuffare quel filo svolazzante cui era legato, ma non c'è stato verso e m'è rimasta la curiosità di sapere il motivo di quel viaggio solitario e, soprattutto, la meta.

7 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Ho scartabellato i miei libri sui sogni ( ne ho a bizzeffe) e ho concluso che :
desideri la serenità e hai nostalgia della madre.
Un amico ti sarà d'aiuto.
Cristiana

unodicinque ha detto...

@ Cristiana : Grazie. Che ho nostalgia della mamma non vi è dubbio, ogni giorno e specialmente ora che sono acciaccatello; la serenità..........beh che te lo dico a fa'!! In questo periodo ho avuto tante manifestazioni di affetto e questo mi è stato d'aiuto.

Anonimo ha detto...

che bello trovare un post :)
un abbraccio
valescrive

Artemisia ha detto...

Sogno molto intrigante e sicuramente simbolico. Non sono certo in grado di decifrarlo però, da quello che so, ci sono degli elementi interessanti (il mare, l'istintualità del cane, la razionalità rappresentata dall'auto). Forse dovresti annotarlo e vedere se questi elementi si ripresenteranno in altri sogni.
Un abbraccio,
Artemisia

Guisito ha detto...

Ha ragione Artemisia. I sogni ricorrenti sono quelli che più di ogni altro hanno un significato collegato al materiale rimosso dell' es.

alianorah ha detto...

Che rabbia i bei sogni che rimangono a metà!

giorgio ha detto...

Auguri di cuore.

Nel sogno sento molta solitudine e mi viene da chiedermi: come la vivi tu questa solitudine: bene o male? Cioè creativa, di anima o depressiva?

Giorgio